Le cinque giornate dell’oncologia integrata: approcci multidisciplinari per la prevenzione, la cura del tumore e il sostegno alla persona malata”. A settembre la seconda edizione del webinar organizzato delle Delegazioni ONB di Toscana-Umbria, Emilia Romagna-Marche e Piemonte, Liguria e Valle D’Aosta

Le cinque giornate dell’oncologia integrata: approcci multidisciplinari per la prevenzione, la cura del tumore e il sostegno alla persona malata“. Conto alla rovescia per l’avvio della seconda edizione del webinar promosso e organizzato dalle Delegazioni Toscana-Umbria, Emilia Romagna-Marche e Piemonte, Liguria e Valle D’Aosta dell’Ordine Nazionale dei Biologi, in programma in FAD sincrona sulla piattaforma ZOOM, a partire dal prossimo mese di settembre.
L’evento, accreditato ECM (33 il numero dei crediti rilasciati), programmato in cinque giornate, ciascuna delle quali si concluderà con un forum, è rivolto alla vasta platea dei professionisti sanitari: Biologi, Medici, Psicologi, Fisici, Chimici, Infermieri e Farmacisti. Obiettivo, come in occasione della prima tappa del corso: fornire loro contenuti tecnico-professionali (conoscenze e competenze) specifici di ciascuna professione, di ciascuna specializzazione, ivi incluse la “conoscenza” delle malattie rare e della medicina di genere. Fanno parte del Comitato Scientifico del webinar: la dott.ssa Stefania Papa (consigliere dell’ONB, di cui è delegata nazionale alla Sicurezza Alimentare oltre che delegata per le regioni Toscana e Umbria e per Accredia), insieme con i dottori: Gianni Amunni, Sonia Baccetti, Rossana Berardi, Michele Gardarelli, Katia Marilungo, Giulia Marcantognini, Gulia Mentrasti, Emanuele Rondina, Patrizia Serra, Elio Rossi ed Edy Virgili. La partecipazione sarà gratuita.
“Come ho già avuto modo di dire in occasione della prima edizione del ciclo di webinar, è fondamentale, in questa fase, puntare sulla medicina integrata partendo da un approccio quanto il più multidisciplinare possibile, l’unico in grado di creare rete e sinergie tra le varie professioni tecniche e sanitarie presenti sul territorio” ci tiene a spiegare la dott.ssa Papa, tra le promotrici dell’appuntamento. La vera mission, infatti, verso la quale tutti “i professionisti sanitari sono chiamati a convergere è, secondo la Papa, quella, di “creare gruppi di specialisti integrati sul territorio, presso le regioni e i distretti, oltre che nel privato e nelle reti pubbliche, dove ciascuno può mettere a frutto il bagaglio delle proprie rispettive competenze”. Il tutto, sottolinea ancora la rappresentante dei Biologi, per essere quanto più “vicini al cittadino ed alle famiglie prima ancora che al paziente oncologico”. “L’Italia – rilancia il consigliere dell’ONB – è in prima linea nell’ambito della ricerca, anche in campo oncologico, grazie allo sforzo congiunto di team composti da veri e propri professionisti della salute, nel campo delle professioni tecniche e sanitarie. “La vera sfida infatti sta nel cosiddetto ‘gioco di squadra’, nella condivisione delle risorse umane e nella perfetta congiuntura delle eccellenze territoriali” conclude la delegata toscano-umbra dell’ONB.

07 settembre 2021
GIORNATA INAUGURALE (guarda il video)

23 settembre 2021
PRIMO EVENTO TEMATICO
Alimentazione, nutraceutica e metabolomica nei pazienti oncologici

11 ottobre 2021
SECONDO EVENTO TEMATICO
Le Medicine Integrate in Oncologia

11 novembre 2021
TERZO EVENTO TEMATICO
Psiconcologia, una disciplina integrata

03 dicembre 2021
QUARTO EVENTO TEMATICO DICEMBRE
La diagnostica in prevenzione e a supporto del paziente oncologico

Clicca qui per iscriverti all’evento

Per consultare il programma, clicca qui

Per consultare il razionale,  clicca qui

N. B. L’accesso al webinar è stato aperto a tutti, previa iscrizione. Il rilascio della certificazione dei crediti è stato ovviamente subordinato alla corrispondenza tra la professione e la disciplina del partecipante e quelle a cui l’evento è destinato, alla partecipazione ad almeno il 90% della durata dei lavori scientifici ed alla compilazione dei questionari di valutazione e di apprendimento. Si precisa che è necessario il superamento della prova di apprendimento con almeno il 75% delle risposte corrette.