Previste nuove comunicazioni antiriciclaggio per le movimentazioni bancarie oltre i 10mila euro. Attenzione all’utilizzo dei contanti

Dal 1° settembre 2019 banche e intermediari entro il 15 del mese successivo devono inviare una comunicazione nel caso di movimentazioni in contanti superiori a 10.000 euro. Tale comunicazione deve essere trasmessa all‘Unità di informazione finanziaria (UIF) con tutti i movimenti in entrata e in uscita per importi superiori a 10.000 euro. Benchè non sia una segnalazione per azioni sospette, permette comunque alla Guardia di Finanza di avere più informazioni su coloro che utilizzano molto i contanti in quanto strumento non rintracciabile.

Ai fini del calcolo dell’importo di 10mila euro bisogna prestare attenzione a quanto pubblicato nelle FAQ dell’UIF sulle comunicazioni oggettive, il cui documento è stato aggiornato il 30 agosto 2019. In particolare,

  • gli importi devono essere troncati all’unità di Euro prima di effettuare il calcolodell’importo complessivo. Ad esempio, in caso di Cliente che esegua, nel mese solare, due operazioni di versamento contante rispettivamente di Euro 7.000,50 e 2.999,70 la comunicazione oggettiva non deve essere inviata in quanto nel computo dell’importo complessivo devono essere sommati i due importi troncati (7.000 e 2.999) che danno un totale sotto soglia.
  • Gli importi da sommare sono solo quelli in contanti.Ad esempio, un’operazione di prelevamento da conto corrente per 1.500 Euro totali con contestuale versamento di 1.000 Euro su libretto di deposito a risparmio (“contante virtuale”) e prelevamento di 500 Euro in contanti (“contante reale”) non deve essere considerata ai fini del calcolo del superamento della soglia in quanto la parte in contanti reale è inferiore ai 1.000 Euro.
  • Nel caso in cui si verifichino movimentazioni in contanti su diversi conti correnti dello stesso intestatario, gli importi dovranno essere sommati a prescindere dal segno monetario (non è ammessa la compensazione tra operazioni di segno opposto). Ad esempio, se un cliente è intestatario di due rapporti (A e B) presso il medesimo istituto bancario ed effettua, nello stesso mese solare, un prelevamento di contanti di 6.000 Euro dal conto A e un versamento di contanti di 6.000 Euro sul conto B, dovranno essere segnalate entrambe le operazioni in quanto l’importo complessivo in contanti supera la soglia di 10.000 Euro.
  • se un soggetto fisico effettua, nell’arco dello stesso mese solare, diverse operazioni con riferimento a ruoli diversi, occorre sommare gli importi di tutte le operazioni relative al soggetto fisico in esame, anche se tale soggetto è coinvolto con ruoli diversi. Ad esempio, se un soggetto effettua le seguenti operazioni:
  • 7.000 Euro come Cliente;
  • 3.000 Euro come Esecutore per conto della Società Alfa;

entrambe le operazioni dovranno essere comunicate in quanto la somma complessiva supera la soglia di 10.000 Euro.

 

 

A cura di

Francesco Blasi

Consulente fiscale dell’Ordine Nazionale dei Biologi