Spese sanitarie del 2016: le strutture autorizzate devono registrarsi al sistema Tessera Sanitaria (TS)

Le strutture autorizzate sono obbligate dal 2016 alla trasmissione delle spese sanitarie. Entro il 30 settembre obbligo di registrazione al sistema TS. Pronte le specifiche tecniche

Le strutture autorizzate sono obbligate alla trasmissione telematica delle spese sanitarie sostenute dai cittadini nel 2016, entro il termine del 31 gennaio 2017, ma dovranno registrarsi al sistema TS entro il 30 settembre 2016 per ottenere le credenziali di accesso e  permettere al MEF il controllo della validità della propria autorizzazione.

L’obbligo per tali strutture, che per il 2015 erano state escluse, è stato introdotto dalla Legge di Stabilità 2016 (art. 1 c. 949 lett.a)

Con la pubblicazione del decreto del 2 agosto, sulla Gazzetta Ufficiale 187 dell’11 agosto, tutto è pronto anche per tali strutture che dovranno, al pari dei soggetti già obbligati lo scorso anno, rendere disponibili all’Agenzia delle  entrate, i dati delle spese sanitarie 2016,  per  la  dichiarazione   dei   redditi   precompilata 2017.

Ricordiamo che l’obbligo discende dal decreto  legislativo  21  novembre 2014, n. 175 modificato dalla Legge di Stabilità 2016, che ha previsto per la elaborazione e la compilazione da parte dell’Agenzia delle Entrate della dichiarazione dei redditi precompilata, l’obbligo di trasmissione delle spese sanitarie da parte delle seguenti categorie:

  • ASL
  • aziende ospedaliere
  • istituti di ricovero e cura a carattere scientifico e dei  policlinici  universitari
  • farmacie pubbliche e private
  • presidi  di  specialistica  ambulatoriale
  • strutture per l’erogazione delle prestazioni di assistenza  protesica e  di  assistenza  integrativa
  • altri  presidi  e   strutture accreditati per l’erogazione dei servizi sanitari; iscritti all’albo dei medici chirurghi e degli odontoiatri;
  • strutture autorizzate per l’erogazione dei servizi sanitari e non accreditate (per le spese sanitarie 2016).

 

 

A cura di

Francesco Blasi

Consulente fiscale dell’Ordine Nazionale dei Biologi