Posted 12 giugno 2018 by Giornalisti in News
 
 

Oltre la genetica: il 15 giugno a Napoli, convegno internazionale dell’Ordine dei Biologi con due premi Nobel. La rassegna stampa


Tutto pronto a Napoli per il convegnoGenetica ed Epigenetica” in programma venerdì, 15 giugno, a partire dalle ore 9, negli spazi del Royal Hotel Continental. Un appuntamento promosso e organizzato dall’Ordine Nazionale dei Biologi che potrà “fregiarsi” di un parterre di tutto rispetto, annoverando, tra i propri relatori, anche due Premi Nobel. Si tratta di Mario Renato Capecchi, genetista italiano naturalizzato statunitense, e del biologo britannico Sir. John Bertrand Gurdon.
Capecchi, docente al Department of Human Genetics dell’University dell’Utah e alla School of Medicine di Salt Lake City, è stato insignito del Nobel per la Medicina nel 2007 per aver messo a punto, insieme con Martin Evans e Oliver Smithies, tecniche che, attraverso l’utilizzo di cellule staminali embrionali, permettono di generare animali caratterizzati dall’assenza di uno specifico gene. Gurdon, già docente di Biologia Cellulare all’Università di Cambridge e oggi dirigente, a Cambridge, dell’istituto che porta il suo nome, ha ricevuto il Nobel nel 2012, insieme al collega giapponese Shinya Yamanaka, per i suoi lavori sulle cellule staminali pluripotenti indotte.
Al tavolo dei relatori, coordinati dal presidente dei Biologi, Vincenzo D’Anna, e dal professor Livio Giuliani, matematico e biofisico, dirigente di ricerca del Servizio Sanitario Nazionale, siederanno anche studiosi del calibro di Fiorella Guerrieri, professoressa dell’Università del Sacro Cuore di Roma; del professor Francesco Salvatore, docente emerito della Federico II di Napoli e membro dell’Accademia delle Scienze (nonché medaglia d’oro del Ministero dell’Università, fondatore, già presidente ed oggi coordinatore scientifico del Ceinge); della dottoressa Fiorella Belpoggi, direttore del Centro di ricerca sul cancro “Cesare Maltoni” dell’Istituto Ramazzini di Castel Bentivoglio (Bologna); del professor Andrea Ballabio, direttore dell’istituto Telethon di Genetica e Medicina (TIGEM) di Pozzuoli e professore ordinario di Genetica medica dell’Università “Federico II” di Napoli; di Sir. David Baulcombe, professore alla Royal Society e capo del dipartimento di Scienze Botaniche dell’Università di Cambridge; del professor Alessandro Quattrone, biologo, direttore del Cibio (Centro di biologia integrata) dell’Università di Trento; della professoressa Antonella Sgura, del Dipartimento di Scienze dell’Università degli Studi “Roma Tre”.

 

Di seguito, un po’ di rassegna stampa dedicata all’evento:

Dire, 12 giugno 2018

Sanità. Oltre la genetica, a napoli incontro con nobel capecchi e gurdon

IL 15 GIUGNO IN OCCASIONE EVENTO PROMOSSO DA ORDINE NAZIONALE BIOLOGI (DIRE) Napoli, 12 giu. – Si discutera’ di genetica ed epigenetica il prossimo 15 giugno a Napoli in occasione del convegno promosso dall’Ordine Nazionale dei BIOLOGI negli spazi del Royal Hotel Continental. Nel parterre dell’appuntamento partenopeo anche i Premi Nobel Mario Renato Capecchi, genetista italiano naturalizzato statunitense, ed il biologo britannico Sir. John Bertrand Gurdon. Capecchi, docente al Department of Human Genetics dell’University dell’Utah e alla School of Medicine di Salt Lake City, e’ stato insignito del Nobel per la Medicina nel 2007 per aver messo a punto, insieme con Martin Evans e Oliver Smithies, tecniche che, attraverso l’utilizzo di cellule staminali embrionali, permettono di generare animali caratterizzati dall’assenza di uno specifico gene. Gurdon, gia’ docente di Biologia Cellulare all’Universita’ di Cambridge e oggi dirigente, a Cambridge, dell’istituto che porta il suo nome, ha ricevuto il Nobel nel 2012, insieme al collega giapponese Shinya Yamanaka, per i suoi lavori sulle cellule staminali pluripotenti indotte. Al tavolo dei relatori, coordinati dal presidente dell’Ordine Nazionale dei BIOLOGI, Vincenzo D’Anna, e dal professor Livio Giuliani, matematico e biofisico, dirigente di ricerca del Servizio Sanitario Nazionale, siederanno anche studiosi del calibro di Fiorella Guerrieri, professoressa dell’Universita’ del Sacro Cuore di Roma; del professor Francesco Salvatore, docente emerito della Federico II di Napoli e membro dell’Accademia delle Scienze (nonche’ medaglia d’oro del ministero dell’Universita’, fondatore, gia’ presidente ed oggi coordinatore scientifico del Ceinge); della dottoressa Fiorella Belpoggi, direttore del Centro di ricerca sul cancro Cesare Maltoni dell’Istituto Ramazzini di Castel Bentivoglio (Bologna); del professor Andrea Ballabio, direttore dell’istituto Telethon di Genetica e Medicina (TIGEM) di Pozzuoli e professore ordinario di Genetica medica dell’Universita’ Federico II di Napoli; di Sir. David Baulcombe, professore alla Royal Society e capo del dipartimento di Scienze Botaniche dell’Universita’ di Cambridge; del professor Alessandro Quattrone, biologo, direttore del Cibio (Centro di biologia integrata) dell’Universita’ di Trento; della professoressa Antonella Sgura, del Dipartimento di Scienze dell’Universita’ degli Studi Roma Tre. (Cac/ Dire) 11:42 12-06-18 NNNN

 

 

Agenzia Nova, 12 giugno 2018

Napoli: Il 15 giugno convegno internazionale dell’Ordine dei Biologi con due premi Nobel sul tema genetica ed epigenetica

Napoli: Il 15 giugno convegno internazionale dell’Ordine dei Biologi con due premi Nobel sul tema genetica ed epigenetica Napoli, 12 giu – (Nova) – “Genetica ed Epigenetica”. E’ il tema, attualissimo, di cui si discutera’, il prossimo 15 giugno a Napoli, nel corso del convegno promosso dall’Ordine Nazionale dei Biologi negli spazi del Royal Hotel Continental. Un appuntamento, quello partenopeo, che potra’ “fregiarsi” di un parterre di tutto rispetto, annoverando, tra i propri relatori, due Premi Nobel. Si tratta di Mario Renato Capecchi, genetista italiano naturalizzato statunitense, e del biologo britannico Sir. John Bertrand Gurdon. Capecchi, docente al Department of Human Genetics dell’University dell’Utah e alla School of Medicine di Salt Lake City, e’ stato insignito del Nobel per la Medicina nel 2007 per aver messo a punto, insieme con Martin Evans e Oliver Smithies, tecniche che, attraverso l’utilizzo di cellule staminali embrionali, permettono di generare animali caratterizzati dall’assenza di uno specifico gene. Gurdon, gia’ docente di Biologia Cellulare all’Universita’ di Cambridge e oggi dirigente, a Cambridge, dell’istituto che porta il suo nome, ha ricevuto il Nobel nel 2012, insieme al collega giapponese Shinya Yamanaka, per i suoi lavori sulle cellule staminali pluripotenti indotte. Al tavolo dei relatori, coordinati dal presidente dell’Ordine Nazionale dei Biologi, Vincenzo D’Anna, e dal professor Livio Giuliani, matematico e biofisico, dirigente di ricerca del Servizio Sanitario Nazionale, siederanno anche studiosi del calibro di Fiorella Guerrieri, professoressa dell’Universita’ del Sacro Cuore di Roma; del professor Francesco Salvatore, docente emerito della Federico II di Napoli e membro dell’Accademia delle Scienze (nonche’ medaglia d’oro del Ministero dell’Universita’, fondatore, gia’ presidente ed oggi coordinatore scientifico del Ceinge); della dottoressa Fiorella Belpoggi, direttore del Centro di ricerca sul cancro “Cesare Maltoni” dell’Istituto Ramazzini di Castel Bentivoglio (Bologna); del professor Andrea Ballabio, direttore dell’istituto Telethon di Genetica e Medicina (TIGEM) di Pozzuoli e professore ordinario di Genetica medica dell’Universita’ “Federico II” di Napoli; di Sir. David Baulcombe, professore alla Royal Society e capo del dipartimento di Scienze Botaniche dell’Universita’ di Cambridge; del professor Alessandro Quattrone, biologo, direttore del Cibio (Centro di biologia integrata) dell’Universita’ di Trento; della professoressa Antonella Sgura, del Dipartimento di Scienze dell’Universita’ degli Studi “Roma Tre”. (Ren) NNNN

 

 

Omnianapoli, 12 giugno 2018

Napoli, il 15 giugno convegno dell’ordine dei biologi con due premi nobel

NAP0008 3 CLT TXT Omninapoli-NAPOLI, IL 15 GIUGNO CONVEGNO DELL’ORDINE DEI BIOLOGI CON DUE PREMI NOBEL (OMNINAPOLI) Napoli, 12 GIU – “Genetica ed Epigenetica”. È il tema di cui si discuterà, il prossimo 15 giugno a Napoli, nel corso del convegno promosso dall’Ordine Nazionale dei BIOLOGI negli spazi del Royal Hotel Continental. Un appuntamento, quello partenopeo, che potrà “fregiarsi” di un parterre di tutto rispetto, annoverando, tra i propri relatori, due Premi Nobel. Si tratta di Mario Renato Capecchi, genetista italiano naturalizzato statunitense, e del biologo britannico Sir. John Bertrand Gurdon. Capecchi, docente al Department of Human Genetics dell’University dell’Utah e alla School of Medicine di Salt Lake City, è stato insignito del Nobel per la Medicina nel 2007 per aver messo a punto, insieme con Martin Evans e Oliver Smithies, tecniche che, attraverso l’utilizzo di cellule staminali embrionali, permettono di generare animali caratterizzati dall’assenza di uno specifico gene. Gurdon, già docente di Biologia Cellulare all’Università di Cambridge e oggi dirigente, a Cambridge, dell’istituto che porta il suo nome, ha ricevuto il Nobel nel 2012, insieme al collega giapponese Shinya Yamanaka, per i suoi lavori sulle cellule staminali pluripotenti indotte. Al tavolo dei relatori, coordinati dal presidente dell’Ordine Nazionale dei BIOLOGI, Vincenzo D’Anna, e dal professor Livio Giuliani, matematico e biofisico, dirigente di ricerca del Servizio Sanitario Nazionale, siederanno anche studiosi del calibro di Fiorella Guerrieri, professoressa dell’Università del Sacro Cuore di Roma; del professor Francesco Salvatore, docente emerito della Federico II di Napoli e membro dell’Accademia delle Scienze (nonché medaglia d’oro del Ministero dell’Università, fondatore, già presidente ed oggi coordinatore scientifico del Ceinge); della dottoressa Fiorella Belpoggi, direttore del Centro di ricerca sul cancro “Cesare Maltoni” dell’Istituto Ramazzini di Castel Bentivoglio (Bologna); del professor Andrea Ballabio, direttore dell’istituto Telethon di Genetica e Medicina (TIGEM) di Pozzuoli e professore ordinario di Genetica medica dell’Università “Federico II” di Napoli; di Sir. David Baulcombe, professore alla Royal Society e capo del dipartimento di Scienze Botaniche dell’Università di Cambridge; del professor Alessandro Quattrone, biologo, direttore del Cibio (Centro di biologia integrata) dell’Università di Trento; della professoressa Antonella Sgura, del Dipartimento di Scienze dell’Università degli Studi “Roma Tre”. red 121149 GIU 18 NNNN

 

 

www.corrierequotidiano.it

www.ildenaro.it

www.cronachedellacampania.it