Posted 5 settembre 2013 by Giornalisti in Convenzioni
 
 

Obbligatorietà della RC professionale


È entrato in vigore il 15 agosto 2013 l’obbligo di stipulare un’assicurazione RC per i professionisti italiani: per gli ingegneri, i commercialisti, i consulenti del lavoro, i periti industriali, i Biologi ecc. La polizza professionale è prevista dalla Riforma delle Professioni (Dpr 137/2012): “il professionista è tenuto a stipulare idonea assicurazione per i danni derivanti al cliente dall’esercizio dell’attività professionale”.

 

Polizza RC professionale

La polizza RC tutela i clienti, coprendo gli iscritti ai rispettivi Ordini Professionali dai danni colposamente e personalmente provocati nell’esercizio dell’attività professionale. Non sono invece coperte le eventuali sanzioni dirette comminate al professionista.

Obbligatorio, inoltre, per i professionisti informare i propri clienti al momento dell’incarico sugli estremi delle polizze e sui relativi massimali. Questi ultimi, così come copertura dei rischi, scoperti, franchigie e così via vengono scelti dal professionista in sede contrattuale. I professionisti devono anche informare i propri Ordini Professionali sulla formalizzazione della propria RC Professionale in quanto gli Ordini hanno l’obbligo di vigilare sull’applicazione della Legge e qualora questo non dovesse avvenire (cioè il libero professionista non si assicura) ciò viene considerato un illecito disciplinare.

 

Professionisti esclusi dall’obbligo

I Biologi iscritti all’Ordine che non svolgano attività professionale non saranno soggetti ad obbligo assicurativo, ma saranno tenuti a darne regolare comunicazione all’Ordine attraverso la compilazione del modulo di autocertificazione (compilare il modulo di seguito riportato).

 

Professionisti dipendenti

Per i Biologi che esercitano l’attività professionale nella qualità di dipendenti si evidenza che spetterà al datore di lavoro dotarsi di idonea polizza per la responsabilità professionale a copertura dell’attività che questi svolgono.

I biologi dipendenti saranno comunque tenuti a darne regolare comunicazione all’Ordine attraverso la compilazione di idonea autocertificazione.

Si invitano pertanto tutti i biologi a verificare e sollecitare la propria amministrazione a provvedere, qualora non l’abbia già fatto, a tale obbligo.

 

In allegato si riporta il modulo e la delibera dell’Ordine sull’argomento.